È possibile viaggiare sotto la pioggia con un monopattino elettrico?

“No” è la risposta standard. Tuttavia, in alcuni casi, è piuttosto sicuro guidare anche sotto la pioggia ma ciò dipende soprattutto dal tipo di pioggia e dal tipo di monopattino elettrico. Sappiamo benissimo infatti che le condizioni ideali sono piuttosto rare e soprattutto che alcune località sono più piovose di altre. La regola generale è quella di evitare di muoversi sotto la pioggia su veicoli simili a due ruote.

Se possiedi un monopattino e sei abbastanza coraggioso da sfidare il maltempo, dovresti fare una serie di considerazioni tra cui: 1) la robustezza del monopattino e 2) le condizioni meteo.

Le parti elettriche non dovrebbero mai essere esposte direttamente all'acqua sebbene alcuni modelli di monopattini elettrici non rientrino in questa categoria. Alcuni, infatti, sono progettati con custodie impermeabili, altri hanno un'elevata impermeabilità per proteggere le componenti sensibili dagli schizzi, mentre altri ancora non hanno alcuna protezione e non dovrebbero essere guidati sul bagnato. Di seguito, approfondiremo alcune delle differenze importanti tra queste categorie e discuteremo di altre caratteristiche per cui potrebbe valere la pena di utilizzare un monopattino elettrico.

Spiegazione sulla classificazione IP

La prima cosa da considerare sono le classificazioni IP (Ingress Protection), uno standard internazionale utilizzato per misurare la capacità dei componenti interni a resistere alla polvere e all'umidità senza danneggiarsi. I produttori di monopattini dovrebbero includere questi valori nelle specifiche è sul monopattino in sé.

La classificazione consiste in due valori, come spiegato dal Voltage Rider: “Il primo mostra la resistenza ad elementi solidi (polvere e corpi estranei). Il secondo mostra invece la resistenza del monopattino elettrico a contatto con l'acqua (umidità e spruzzi).

Valore principale

4 - protezione da parti solide > 1mm

5 - protezione limitata alla polvere

6 - completamente protetto dalla polvere

Valore secondario

4 - protetto da spruzzi di acqua da ogni direzione

5 - protetto da acqua a bassa pressione da ogni direzione

6 - protetto da acqua ad alta pressione da ogni direzione

7 - protetto da brevi immersioni in acqua

8 - abilitato a lunghe immersioni in acqua

Ecco gli esempi più comuni:

IP 66 - totalmente protetto da polvere, acqua ad alta pressione e getti da ogni direzione

IP 65 - totalmente protetto da polvere, acqua a bassa pressione e getti da ogni direzione

IP 56 -parzialmente protetto da polvere, acqua ad alta pressione e getti da ogni direzione

IP 55 -parzialmente protetto da polvere, acqua a bassa pressione oggetti da ogni direzione

IP 54 -parzialmente protetto da polvere e spruzzi da ogni direzione

Consiglio rapido: se il tuo monopattino è classificato come 3 o 2 dimentica di guidare in condizioni di umidità.

Molti monopattini elettrici di alta qualità resistenti all'acqua come il Model One di Unagi rientrano nella classificazione IP 54. Questo significa che possono essere esposti a piogge leggere senza essere danneggiati dall’acqua in pozzanghere superficiali. I monopattini classificati come veicoli resistenti all'acqua, ad esempio il Boosted Rev con IP 67, possono essere completamente sommersi dall'acqua. Questa caratteristica comporta il doppio del peso medio di un monopattino elettrico, un costo significativamente maggiore e una portata ridotta.

I monopattini a basso costo come Razor (che non hanno una classificazione IP) non possono essere esposti alla pioggia in nessuna circostanza. Il rischio di shock elettrici è basso, considerando il fatto che i monopattini hanno generalmente componenti come pedane e manubri gommati, mentre l’umidità può rendere inutilizzabile il monopattino in maniera permanente. Infine, è ovvio che i monopattini che non possiedono le caratteristiche specificate rappresentano un rischio maggiore per il conducente in caso di pioggia.

Altre caratteristiche da considerare

I monopattini dovrebbero essere attrezzati con luci abbastanza luminose in modo che il veicolo sia visibile anche in condizioni di leggera pioggia. Dovrebbero essere muniti di ponti e paraurti antiscivolo per evitare che gambe e piedi si bagnino o perdano stabilità. Un monopattino elettrico munito di gomme con camera d'aria potrebbe fornire prestazioni migliori in caso di pioggia ammesso che la pressione delle gomme sia leggermente più bassa per incrementare la trazione (è fondamentale quindi gonfiare di nuovo in condizioni di mobilità su superfici asciutte). Infine, i pneumatici sono più a rischio di forature, soprattutto quando gli oggetti appuntiti sono difficili da individuare ed evitare.

Probabilmente, una delle considerazioni più importanti da fare riguarda il sistema frenante. In caso di pioggia può essere più difficile maneggiare il monopattino per cui bisognerebbe essere pronti a fermarsi in situazioni di emergenza. Il Model One di Unagi è un esempio eccellente di monopattino elettrico con sistema frenante progettato per poter essere utilizzato anche in condizioni meteo avverse. I suoi freni elettronici antibloccaggio non si arrestano se la strada è scivolosa e un freno a pedale aggiuntivo fornisce ulteriore potenza: garantisce al conducente di fermarsi con sicurezza anche se il monopattino si spegne.

Valutare le condizioni meteorologiche

La maggior parte dei monopattini elettrici per adulti può viaggiare a velocità elevate su strade pubbliche, ma la loro struttura espone il conducente a rischi. Per questo motivo, bisogna adottare una guida attenta e precauzionale. Non guidare in condizioni mteo avverse che compromettono la sicurezza e il funzionamento del monopattino.

Il conducente non deve guidare sotto la pioggia se la visibilità è compromessa e se non è in grado di vedere gli ostacoli a circa 120 metri di distanza. Nonostante l’impermeabilità del monopattino, in caso di temporaleoccorre cercare un riparo e attendere. Non solo la visibilità del conducente è ridotta, ma anche quella degli altri guidatori.

La maggior parte dei monopattini resistenti all'acqua può affrontare pozzanghere superficiali. Tuttavia, guidare in caso di temporali improvvisi o su strade con ristagni d’acqua può risultare estremamente pericoloso e può danneggiare il veicolo, che non è progettato per situazioni simili. Infine, è preferibile evitare la guida diun monopattino elettrico in caso di pioggia a basse temperature che può pregiudicare la durata della batteria e del motore elettrico, nonché causare arresti improvvisi.

In conclusione, i conducenti devono usare buon senso ecautiela alla guida in qualsiasi condizione atmosferica. Anche i monopattini resistenti all'acqua sono soggetti a corrosione es esposti all'umidità. Persino i più esperti possono calcolare male lo spazio di frenata su fondo bagnato. In caso di pioggia, assicurati che il veicolo soddisfi gli standard di sicurezza, indossa un casco e metti al primo posto la tua incolumità e quella degli altri. Se poi la situazione sembra davvero rischiosa, scegli un altro mezzo di trasporto.